Torna alle news di Assoholding

Proroga del super e dell’iper ammortamento

Tra le principali misure di riduzione del carico fiscale contenute nella Legge di Bilancio 2018, in corso di approvazione, di particolare importanza è la proroga del super ammortamento e dell’iper ammortamento, ovvero di quelle agevolazioni che consentono alle imprese di dedursi fiscalmente delle quote di ammortamento superiori a quelle basate sul costo realmente sostenuto dall’azienda.

In particolare, l’art. 5, al comma 1, proroga, con alcune novità, il super ammortamento relativo agli investimenti in beni materiali strumentali nuovi introdotto, per la prima volta, dalla legge di Stabilità 2016 e già prorogata dalla legge di Bilancio 2017. Più precisamente la norma prevede per i titolari di redditi d’impresa e per i lavoratori autonomi che effettuano investimenti in beni materiali strumentali nuovi l’aumento del 30% del costo di acquisizione dei beni su cui si calcolano le quote fiscali di ammortamento. La misura agevolativa è stata prorogata ma con un abbattimento della misura: infatti, il costo del bene è maggiorato del 30% e non più del 40% come previsto nelle due precedenti Finanziarie.

Quanto all’orizzonte temporale della norma, l’investimento deve essere realizzato tra il 1° gennaio 2018 e il 31 dicembre 2018, ovvero fino al 30 giugno 2019 a condizione che, entro la data del 31 dicembre 2018:

  • l’ordine risulti accettato dal venditore; e
  • sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al20% del costo di acquisizione.

Rispetto alle normative precedenti, risultano esclusi dall’agevolazione tutti i veicoli e i mezzi di trasporto (art. 164, comma 1, del TUIR).

 

L’articolo 5, comma 2, proroga l’iper ammortamento previsto per la prima volta dalla legge di Bilancio 2017: qui è mantenuta l’incremento del costo di acquisto del 150% come pure il perimetro applicativo dei beni. Infatti, la misura riguarda tutti i beni materiali strumentali nuovi funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale secondo il modello Industria 4.0inclusi nell’Allegato A annesso alla legge di Bilancio 2017.

Sotto il profilo temporale vale la tempistica descritta per il super ammortamento: gli investimenti devono essere effettuati entro il 31 dicembre 2018 ovvero fino al 31 dicembre 2019, a condizione che entro la data del 31 dicembre 2018:

  • l’ordine risulti accettato dal venditore; e
  • sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al20% del costo di acquisizione.

E’ prevista la proroga anche della maggiorazione del 40% del costo d’acquisto dei beni immateriali di cui all’Allegato B (software) della legge di Bilancio 2017, per quei soggetti che applicano l’iper ammortamento, se l’investimento è effettuato fino al 31 dicembre 2018, ovvero, alle condizioni sopra indicate, fino al 31 dicembre 2019.

Viene confermato il tipo di documentazione da acquisire per ottenere il beneficio:

  • una dichiarazione del legale rappresentanteresa ai sensi del D.P.R. 445/2000; o
  • per i beni di costo superiore ad euro 500.000, una perizia tecnica giuratarilasciata da un ingegnere o da un perito industriale iscritti nei rispettivi albi professionali o da un ente di certificazione accreditato

che attesti che il bene:

  • possiede le caratteristiche tecniche tali da includerlo nell’elenco di cui all’ Allegato A e/o all’Allegato B della legge di Bilancio 2017;
  • è interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura.
In evidenza

Articoli correlati