Torna alle news di Assoholding

Conferimenti di partecipazioni, una spinta alle holding familiari

Il Sole 24 Ore - di Leo De Rosa e Alberto Russo

Il conferimento di partecipazioni in regime fiscale di “realizzo controllato”, disciplinato dagli articoli 175 e 177, commi 2 e 2-bis, del Tuir, è entrato stabilmente tra gli istituti a supporto delle riorganizzazioni societarie e più in generale per la creazione di holding familiari. In tale contesto, la holding risponde a molteplici esigenze:

O consente di aggregare le partecipazioni nelle società, allontanando le dinamiche familiari e personali dall’attività operativa;

O crea una struttura societaria funzionale a un eventuale disinvestimento e all’ingresso di nuovi partner finanziari o industriali;

O agevola il passaggio generazionale dell’azienda favorendo la dialettica tra i futuri soci, soprattutto in presenza di compagini societarie articolate in diversi rami familiari.

Il regime fiscale del “realizzo controllato” permette di costituire la holding in efficienza fiscale, agevolando gli imprenditori che intendono raggiungere gli obiettivi di razionalizzazione, protezione e trasmissione del patrimonio imprenditoriale.

Questi obiettivi, pienamente in linea con la ratio della norma, sono stati colti e condivisi dalla stessa agenzia delle Entrate.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO SU «IL SOLE 24 ORE»

 

In evidenza

Articoli correlati

L’apertura di un ufficio senza impatto per il veicolo

La proposta normativa contenuta nell'articolo 49 del disegno di legge di Bilancio sotto il profilo tecnico è volta a...

L’Agenzia prefigura l’imposizione in entrata

La circolare 34/2022 contiene un passaggio oscuro, rappresentato dall'ultimo capoverso del paragrafo 4.6. Tale paragrafo contiene due affermazioni, entrambe...

Trust, tassato per trasparenza il beneficiario del comparto

Il meccanismo previsto in una risposta non pubblicata delle Entrate. Il requisito è la gestione autonoma e separata dei...