In primo piano

ASSOHOLDING: DE VITO, PIU’ CHIAREZZA SULLA ‘SUPER IRES’

ag_radiocorL'appello del presidente dell'associazione (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 16 mar - 'Come Assoholding abbiamo chiesto all'Agenzia delle entrate un chiarimento sull'applicazione della cosiddetta 'super Ires' per tutto il comparto delle finanziarie e delle holding. Dovrebbe arrivare, al più' tardi, verso giugno'. Cosi' Gaetano De Vito, presidente di Assoholding, ha commentato l'appello dell'associazione per un chiarimento sul perimetro della 'super Ires': la maggiorazione del 3,5% sull'imposta che si applicherà' alle attività' finanziarie, dopo il taglio dell'aliquota all'attuale livello del 24%. Secondo De Vito, bisogna intervenire sul 'vuoto normativo' che si e' creato dopo l'introduzione del nuovo regime dall'imposta dal primo gennaio 2017. Cosa ha alimentato il clima di incertezza? La 'super Ires' e' contenuta in una norma oggi abrogata, rendendo difficile comprendere sia le regole da seguire sia il tipo di tasse che devono essere pagate. 'Non sappiamo se ci sara' un rinvio o ci dobbiamo regolare con le nuove norme, che non sono proprio uguali - dice De Vito - C'e' bisogno di chiarezza sul gettito ma anche sul tipo di attività' svolta: ad esempio l'attività' finanziaria e' diversa da quella industriale o commerciale'.