logo
Assoholding sostiene l'ambiente

Questa schermata contribuisce al risparmio energetico quando ti allontani o resti inattivo.

holding IMEL


Domanda

Una società mista svolgente attività di produzione software detiene una partecipazione di controllo in un Istituto di moneta elettronica. Nel 2019, il costo di iscrizione di detta partecipazione è superiore al 50% dell'attivo. A vostro parere detta Società deve determinare l'IRAP a norma dell'art. 6, comma 1 del Dlgs 446/1997 e cioè come un intermediario finanziario con conseguente compilazione della sezione II del quadro IC e necessità di riclassificare le voci del conto economico (redatto secondo il codice civile) nelle voci del bilancio redatto secondo i criteri contenuti nei provvedimenti della Banca d’Italia.

Risposta

La società mista, che detiene una partecipazione in un istituto di moneta elettronica (intermediario finanziario) superiore al 50% dell'Attivo, dovrà determinare l'IRAP come un intermediario finanziario, posto che vige il principio della prevalenza sullo Stato Patrimoniale.